I colori di tendenza dell’estate: il fucsia a metà fra romanticismo e Disco ’80

Fra gli energici colori di tendenza questa estate, ce n’è uno che è sempre stato bistrattato, considerato un colore di serie B, forse perchè associato allo stereotipo della “femminuccia” portato all’ennesima potenza. Stiamo parlando del fucsia, un colore moderno che raramente ha conosciuto le luci della ribalta, fatta eccezione per il decennio magico degli ’80 durante il quale questo colore ha vissuto la sua epoca d’oro. Per poi tornare infondo agli scaffali dei negozi più discutibili del centro. Ma ritorna in questa estate dando sprint ad abitini dal taglio romantico e reinterpretando capi iconici di una moda che fù (ovvero, quella che ha indossato tua mamma).

Fonte Foto Pinterest.it

Il rapporto che abbiamo con i colori è frutto di una serie di retaggi culturali, sedimentati nel profondo di ognuno di noi. Su queste associazioni insite in qualunque nostra sensazione legata ad un colore, influiscono esperienze personali e tendenze generazionali, nelle quali viviamo totalmente immersi. I colori sono poi strettamente legati anche all’inconscio, perché evocano paesaggi, sensazioni, emozioni, fino addirittura profumi (il giallo vi fa sentire o no il profumo aspro del limone?)

Per questo parlare di colori di tendenza diventa sempre interessante, perchè dietro una semplice sfumatura c’è sempre una interpretazione della realtà e del momento che stiamo vivendo. In una piramide da percorrere dall’alto verso il basso, vediamo apparire le tendenze prima sulle passerelle, – l’apice di questa piramide appunto – attraverso abiti che spesso non comprendiamo davvero (la moda uomo è emblematica per la sua incomprensibilità per noi comuni mortali!). Per poi propagarsi a volte velocemente altre molto più lentamente fino ad arrivare al fast fashion.

Così, quella gonna con taglio a trapezio o quel pantalone cascante che ci sembravano importabili, si trasformano nel must have del momento. Sia per chi lo sceglie consapevolmente, sia per chi di fatto lo subisce bombardato da vetrine virtuali e reali sempre praticamente identiche.

Superando questa digressione sul colore nella moda, minima e assolutamente non esaustiva, passiamo al colore che quest’anno si riprende “quello che è suo” (cit.): il fucsia. Un colore talmente camaleontico, che vi sorprenderete ad abbinarlo con il più classico nero fino ad arrivare al blu elettrico. Tutto e il contrario di tutto. Il colore esasperato della femminilità ma anche la sfumatura più gioiosa della nostra infanzia.

Il fucsia può ricordare un ciclamino, ma anche evocare l’esplosione di una bouganville fino ad arrivare al conturbante rosa shocking: no, non dobbiamo averle davvero tutte nell’armadio queste sfumature, ma sceglierne almeno una che ci piaccia particolarmente. E con cui ci sentiamo a nostro agio.

Se vuoi provare (non osare), orientati sulla scelta di un capo evergreen, come il blazer dal taglio maschile. Un capo così è un must, in qualunque tonalità. Lo potrai abbinare con il più classico dei jeans o il più sensuale degli slip dress.

Se poi hai coraggio da vendere, potrai scegliere fra un considerevole numero di vestiti, ricchi di ruches e volant (per non farsi mancare nulla).

Gli abbinamenti del fucsia sono molteplici, come dicevo prima sicuramente il nero (anche se il rischio cliché è dietro l’angolo). Ben più originale il giallo e il rosa pastello, per un effetto più delicato, oppure il viola e l’arancio per un risultato più strong. Del resto è estate, per cui, almeno con i colori l’unica regola che vale è LIBERI TUTTI. Ce lo meritiamo.

https://www.instagram.com/p/CAx__x7JvWG/
https://www.instagram.com/p/CBSLJesp0ZA/
https://www.instagram.com/p/B-nW85OHg06/

Potrebbero interessarti anche...